Contattaci

Nonsolokiver
Novità, trend di mercato
e curiosità

News

Social Media, soprattutto in ufficio!

27 settembre 2012 13:18
social_media_icon

Siamo tutti bravi a usare i social network a casa. Ma a lavoro? Come mai si riscontra ancora tanto scetticismo? La strada per diventare un’impresa social è lunga e il primo ostacolo da affrontare è il comportamento dei professionisti che, pur conoscendo le potenzialità di questi strumenti virali, si ostinano a non usare i social media a lavoro.

Questa volta non si parla della diffusione dei social network, che possiamo dare più che assodata (basta ricordare che ogni cinque minuti trascorsi online, uno è dedicato ai social network, ComScore), ma dell’utilizzo di questi come strumento di marketing, pratica che invece non ha ancora preso piede come dovrebbe.

Dall’indagine condotta dal provider di servizi di tecnologia Appirio su un campione di 300 persone, tra manager e dipendenti che lavorano negli Stati Uniti e in UK, emerge infatti che l’uso personale dei social network è nettamente superiore, quasi il doppio, di quello che se ne fa in ufficio.

Ma perché i professionisti sono molto più social a casa che in ufficio? Le spiegazioni possono essere molte e devono essere prese in esame per agevolare l’uso di uno strumento che oggi è indispensabile per lo sviluppo di un’azienda di piccole, medie o grandi dimensioni. Se non si tratta di un divieto a svolgere attività di social networking in ufficio, allora la spiegazione più ovvia è una miopia diffusa.

state_of_social_infografic

Clicca qua per vedere l'infografica

In particolare, dall’infografica proposta da Forbes emerge che:

  • mentre i social network rappresentano il 66% dell’uso personale dei social media, nell’ambiente lavorativo la stessa voce rappresenta il 39% dell’uso professionale dei social media
  • gli inglesi, rispetti agli americani, sono più social a lavoro
  • i manager usano i social network in ufficio il doppio rispetto ai dipendenti: come strumento di Social Recruiting, per IM o Videochiamate, come Customer Influencer e strumento di Engagement

Mentre le aziende si chiedono ancora dove è meglio investire, la direzione presa dai social network è sempre più orientata ai brand con nuovi servizi di aggiornamenti sponsorizzati come quello introdotto recentemente da Foursquare, le nuove pagine aziendali di Linkedin e naturalmente le Timeline aziendali di Facebook.

Presto social media e web diverranno il meccanismo di ingaggio principale dei consumatori e manager, clienti, partner e una nuova generazione di dipendenti comunicheranno attraverso i social network. Il panorama delineato dall’indagine Global CEO Study 2012 condotta da IBM su più di 1700 Chief Executive Officer, conferma che la strada da seguire è social e che una nuova generazione di Community CEO è alle porte…