Contattaci

Nonsolokiver
Novità, trend di mercato
e curiosità

News

L’Uragano Sandy: quando il branding si fa spietato

12 novembre 2012 14:50
american_apparel_sandy

Non è bastato il brand awareness di Gap, né la notorietà di Urban Outfitters, a far decollare le campagne marketing di molti marchi che, nei giorni in cui si è scatenato l’Uragano Sandy, hanno utilizzato la tempesta come strategia di marketing.

È difficile immaginare come in un momento di tale terrore, mentre sulla costa orientale degli Stati Uniti si abbatteva il tanto temuto Uragano Sandy, brand di successo fossero impegnati a mettere a punto campagne spietate e promozioni vantaggiosissime con l’intento dichiarato e per fortuna non riuscito, di capitalizzare una tragedia, che ha seminato dietro sé morte e distruzione.

jonathan-adler-sandy-failEppure le occasioni da cogliere al volo durante la tempesta sono state varie, ovviamente temporali e giunte ai consumatori attraverso molteplici canali: dall’email di American Apparel che invitava i suoi clienti ai SandySale con sconti fino al 20%, al tweet di Gap che, con l’alibi della sicurezza, consigliava di restare riparati facendo shopping online. Nel settore dell’arredamento di design spicca il brand di Jonathan Adler, che agli acquirenti fedelissimi del 5 novembre riservava un trattamento del tutto speciale: consegna gratuita.

Mossi dalle critiche insorte sulla stampa e dall’indignazione diffusa via social network, alcuni brand si sono scusati con i propri clienti, altri hanno avuto il buon gusto di modificare i loro enter code, cambiando Sandy con Freeship2012, altri infine hanno fatto solo rumor attorno al proprio marchio pensando di farsi comunque pubblicità…

Voi che ne pensate? Venite a dircelo su Facebook!