Contattaci

Nonsolokiver
Novità, trend di mercato
e curiosità

News

La moda, al comando della crescita dell’e-commerce in Italia

25 ottobre 2012 11:22
Yoox_shopping_online

Pur restando ultima in classifica rispetto alla media europea, l’Italia registra nel 2012 una crescita ambiziosa nell’e-commerce. A trainare la corsa dello shopping online è la moda che, in controtendenza rispetto alla crisi generale dei consumi, è un fenomeno crescente sul web, prolifera fashion community e batte record di incasso.

Secondo i dati anticipati da Il Sole 24Ore, sull’11esimo rapporto annuale dell’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano in collaborazione con Netcomm, nel 2012 gli acquisti online degli italiani sfioreranno gli 11 miliardi di euro, in aumento del 18% rispetto al 2011 e in controtendenza rispetto alla crisi dei consumi negli store tradizionali che registra un ulteriore calo del 2%.

dati_shoppingsulwebNon stupisce che in Italia sia proprio il settore dell’abbigliamento a registrare la crescita più alta, che tocca un +33%. Il merito va a tutti quei siti di cui Yoox è il capostipite, che negli ultimi anni hanno saputo diffondere con stile i brand di lusso sui canali web, ma anche a questa nuova generazione di fashion blogger che sta proliferando community di addict della moda e ai popolati visual social network come Pinterest, la mecca del cosiddetto social shopping. Altri player importanti sul campo sono i club privati come Privalia che in cambio dell’iscrizione in qualità di socio, ti offre capi e accessori di marca scontatissimi.

Al secondo posto dopo la moda, c’è il settore dell’informatica ed elettronica di consumo, che registra una crescita significativa, +27%, trainata da Amazon e dai grandi retailer. Seguono a pari merito, con un +14% le assicurazioni e il turismo, che con ben 4.389 miliardi, continua a rappresentare in Italia la fetta più grossa dell’e-commerce.

L’ultima frontiera? Le-mobile, ovvero lo shopping da smartphone e tablet. Ma occhio alle truffe, perché come riporta Il Sole 24Ore in questo articolo, nell’ultimo anno le denunce di illeciti nell’e-commerce sono aumentate del 27%.