Contattaci

Nonsolokiver
Novità, trend di mercato
e curiosità

News

IAB Forum 2012: The Digital Opportunity

15 ottobre 2012 16:17
IAB_forum_ev

L’appuntamento sulla comunicazione digitale e interattiva in Italia è giunto alla decima edizione e noi di Kiver non potevamo mancare.

Numerosi gli interventi istituzionali:

  • uno su tutti, quello di Simona Zanette, presidente di IAB Italia, che ha presentato i dati relativi alla crescita degli investimenti nell’advertising online, che chiudono l’anno in corso con una crescita del +12%, in un mercato degli investimenti pubblicitari che perde complessivamente di -8,4% (Nielsen).
  • Secondo Gregorio De Felice, Chief Economist di Intesa Sanpaolo e Marc Vos, Partner&Managing Director BCG, le PMI che investono nel digitale crescono in vendite e produttività. Infatti le aziende italiane che negli ultimi 3 anni hanno deciso di investire sul web, hanno visto un incremento dell’1.2% nelle vendite contro il -4.5% segnato dalle aziende che non hanno investito.
  • Il Ministro Francesco Profumo e il suo Consigliere Mario Calderini, hanno presentato il decreto sull’Agenda Digitale che è stato approvato dal governo giovedi 4 ottobre e che può essere un valido strumento d’incentivazione all’innovazione anche grazie alle proposte degli operatori dell’industry digitale italiana.
  • L’intervento istituzionale forse più stimolante a IAB Forum 2012 è quello di Oscar Giannino, con il monito alla Pubblica Amministrazione secondo cui la buona volontà non basta, ma serve fissare uno switch-off automatico per favorire concretamente la digitalizzazione del Paese, e quello agli operatori impegnati ogni giorno nella digital economy: “per cambiare le cose non schieratevi dalla parte dei pompieri, siate incendiari”!

Tra i seminari in programma nei due giorni:

  • il workshop di Mosaicoon ha lanciato spunti sui principi del viral marketing. “Niente è più contagioso di una buona idea” : la tecnologia deve essere veicolo di contenuti che stimolino l’interesse degli utenti. Un ruolo fondamentale è senza dubbio ricoperto dal processo di distribuzione dei contenuti video, vero elemento di forza per un alto livello di engagement.
  • Alla domanda “La rilevanza dei contenuti in tempo reale è il punto di svolta per il Digital Marketing?” Germano Marano di Webtrends ha risposto con una presentazione brillante che ha offerto diversi spunti sul concetto di ottimizzazione delle attività digitali. La digital intelligence deve essere cross-channel e non va intesa come reporting ma come strumento per le decisioni strategiche. Le informazioni devono diventare azioni e l’ottimizzazione deve diventare cultura!
  • Valeria Mazzon, Head of Planning & Strategy Yahoo! nell’ambito del workshop dal titolo “The power of telling stories” ha sottolineato l’importanza della contestualizzazione nell’ecosistema della comunicazione e del “premium” che per gli utenti online è il perfetto incrocio tra contenuto rilevante e facilità di navigazione sul sito.
  • IAB Forum 2012 ci lascia con ottime prospettive per i professionisti del digital. Secondo il Digital&New Media Salary Survey di Michael Page la richiesta di profili in questo settore da parte delle aziende ha visto un aumento del 20%. Questa crescita è dovuta sia all’incremento della richiesta sia alla nascita di nuove figure professionali che fino a 5 anni fa non esistevano. Community manager, web sales account, SEO manager sono solo alcune delle nuove figure professionali del digitale che trovano crescente spazio negli organici aziendali. “Secondo le nostre previsioni – ha aggiunto Filippo Maggi, director di Michael Page – nel 2013 la domanda potrebbe crescere del 25%”.

Rispetto alle edizioni precedenti è stato uno IAB con pochi effetti speciali e con stand meno pirotecnici. Si può dire che se in Italia la parola dell’anno è stata “sobrietà”, lo IAB 2012 si è senza dubbio allineato. E voi cosa ne pensate? Siete stati a IAB Forum 2012? Venite a dirci la vostra su Facebook!