Contattaci

Nonsolokiver
Novità, trend di mercato
e curiosità

News

I trend in crescita del Mobile Commerce

10 novembre 2012 14:08
mobile_commerce_trend

Molti di noi praticano abitualmente lo Showrooming, ovvero entrano nei negozi per chiedere informazioni o provare un prodotto che poi acquistano a prezzi più convenienti dal proprio smartphone, davanti alla tv o preferibilmente a letto. Ecco come il Mobile Commerce ha cambiato le abitudini d’acquisto dei consumatori.

Nel secondo trimestre, secondo i dati di comScore pubblicati da Mashable, i consumatori che “confessano” di aver fatto showrooming sono il 35%. Il fenomeno ormai ben radicato, rappresenta una minaccia per i commercianti che, per andare incontro alle rinnovate esigenze dei consumatori, pianificano investimenti nel Mobile Commerce (il 78% dei commercianti secondo lo studio condotto da Go.Globe.com) e sviluppano supporti ad hoc (come i QR-Code sui prodotti).

Clicca per vedere l'infografica

Secondo i dati riportati nell’infografica di Go.Globe.com, il 41% dei proprietari di smartphone ha fatto almeno un acquisto dal proprio device nei diversi settori:

  • 17% viaggi
  • 16% abbigliamento
  • 15% cibi e bevande
  • 11% giochi/prodotti elettronici
  • 8% articoli per la casa
  • 4% articoli sportivi/libri
  • 3% gioielli
  • 8% altro

Per un valore globale di spesa nel 2012 di 171.5 milioni di dollari, una cifra destinata a crescere rapidamente e raggiungere, secondo i trend di Go-Globe, i 490,9 milioni di dollari nel 2015.

L’m-commerce ha stravolto il panorama del commercio al dettaglio, ma non per questo rappresenta solo una minaccia. Infatti, secondo un recente studio di Deloitte, la diffusione degli smartphone ha anche il merito di aver arricchito l’esperienza del consumatore in negozio. E non solo. Secondo i dati di Deloitte, entro il 2016 gli smartphone influenzeranno il 19% delle vendite totali in store negli Stati Uniti. Come? Basta pensare che quasi la metà (48%) dei possessori di smartphone sostiene che l’uso del cellulare influenza la propria decisione d’acquisto in negozio e che gli utenti che usano gli smartphone in store hanno il 14% in più di probabilità di perfezionare l’acquisto rispetto ai non-utilizzatori di smartphone.

Infine, considerando che l’80% delle transazioni m-commerce avviene via app e che gli acquisti da mobile si fanno sopratutto da casa, preferibilmente davanti alla tv (40%) e sempre più dal letto, il mondo delle applicazioni riveste un ruolo davvero importante.