Contattaci

Nonsolokiver
Novità, trend di mercato
e curiosità

News

Facebook, ma quanto media vali?

22 ottobre 2012 13:59
facebook_global_brand

Avvalorato dell’insigne carica di marchio dal valore media più elevato al mondo, al di sopra anche di Google e Apple, Facebook torna in pista con l’annuncio di una nuova struttura per le fan page dei brand globali: pagine geo-localizzate per campagne marketing mirate.

Secondo i dati del report Q3 2012 Global Brands Media Value Report di General Sentiment, che prende in analisi i 20 marchi globali che hanno avuto l’impatto più significativo sui media online, nel terzo quadrimestre di quest’anno, Facebook sarebbe il brand più prezioso al mondo. Stimato per una valore di esposizione mediatica superiore a 751 milioni di dollari (contro i 657 di Apple e i 547 di Google) di cui per più della metà determinato dai tweet provenienti dalla nota piattaforma di microbloggin, il social network di Zuckerberg primeggia in questa classifica, davanti ai due colossi della tecnologia. facebook_apple_googleAl secondo posto Apple, che col debutto dell’attesissimo iPhone 5, è riuscita a superare il gigante della ricerca Google, nonostante il flop registrato con le nuove mappe di iOS 6 implementate da Cupertino al posto delle vecchie e affidabili cartine sviluppate a Mountain View. Seguono Google, MTV e gli altri brand più distanziati.

In questo contesto più che favorevole, Facebook continua a far parlare di sé con l’introduzione delle nuove pagine per i brand globali: le Global Pages. Volte a migliorare e localizzare l’esperienza dei consumatori, queste pagine hanno il compito di indirizzare l’utente verso la miglior versione di pagina disponibile per lui, cioè più adatta alla nazione dalla quale si connette. Pur continuando a far parte della community globale, il consumatore può ora visualizzare copertina, foto, album, contenuti, traguardi e quant’altro si trovi nella timeline in modo localizzato e tradotto nella sua lingua.

Ed ecco i vantaggi elencati da Kelly Winters, product marketing manager di Facebook:

  • Un’unica identità globale del brand. Gli utenti, qualsiasi sia la loro provenienza, vedranno lo stesso nome di pagina (magari tradotto nella propria lingua) e il dato aggregato di numero di fan e persone che ne parlano.
  • Una sola URL. I brand potranno promuovere un’unica URL in tutte le campagne marketing esterne a Facebook, in ogni caso gli utenti atterreranno direttamente sulla pagina della loro nazione.
  • Insight globali. Gli amministratori della pagina principale vedranno gli insight per tutti gli utenti globali in una semplice e unica dashboard.

Lo scopo finale è quello di creare più engagement all’interno delle pagine geo-localizzate, così che i brand possano sviluppare campagne marketing mirate, senza che venga meno il sentimento che accomuna tutti i fan di un marchio: far parte della community globale.

E voi siete iscritti alla nostra pagina Facebook?