Contattaci

Nonsolokiver
Novità, trend di mercato
e curiosità

News

Buon Natale digitale!

4 dicembre 2012 14:42
shopping_natale_web

Se un tempo la 5th Avenue di New York era l’icona per eccellenza dello shopping natalizio, oggi per l’80% dei consumatori americani sarà internet la boutique più esclusiva dove fare incetta di regali. Il Natale digitale è alle porte e la corsa al miglior motore di ricerca è già iniziata…

Lo shopping di Natale online è un fenomeno senza confini. Ne abbiamo parlato riportandovi i dati italiani diffusi da Soldionline e adesso vi riproponiamo l’argomento, a fronte di un’ulteriore conferma che arriva dall’America, da sempre la mecca prediletta di Santa Claus e di tutti gli addicted della Grande Mela.

Si preannuncia un Natale digitale multischermo come non se ne erano mai visti. La notizia arriva dal recente studio “2012 Holiday Shopping Intentions Survey”, condotto negli Stati Uniti da Ipsos per conto di Google. Ad animare le feste quest’anno non sarà il tradizionale shopping tra le vetrine scintillanti, ma un’intensa attività online, tra siti di rivenditori (prediletti dal 56% degli intervistati), motori di ricerca (49%), piattaforme dei brand (30%), siti dei compratori (28%), social network (24%), siti di coupon (21%), piattaforme e-commerce (18%), blog (11%) e web magazine (9%).

regali-natale-webInsomma, per l’80% dei consumatori sarà internet il punto di riferimento per acquistare i regali di Natale (3% in più rispetto al 2011). Ma non basta, infatti quattro intervistati su cinque non si accontenterà di fare shopping online dal suo pc o dal cellulare e utilizzerà più dispositivi contemporaneamente. L’interazione tra i diversi device è uno degli aspetti più interessanti di quest’indagine, da cui emerge che: più dell’85% dei consumatori inizierà la ricerca su un dispositivo per poi concludere l’acquisto su un altro. E l’accoppiata vincente non poteva che essere smartphone-pc (55%), seguita da tablet-pc (20%) e infine tablet-smartphone (6%). Nella maggioranza dei casi il ruolo del pc è quello di chiudere l’acquisto, che raramente si finalizza via smartphone (16%) o via tablet (10%).

Anche l’interazione online offline risulta particolarmente intensa da questa ricerca:

  • il 51% dei consumatori utilizzerà internet per la ricerca ma concluderà l’acquisto in negozio
  • il 44% invece farà sia ricerca che acquisto in rete
  • il 32% ricercherà online, visiterà poi il negozio fisico, ma tornerà su internet per finalizzare l’acquisto
  • il 17% farà invece il noto showrooming, ovvero andrà in negozio a vedere e provare il prodotto, per poi acquistarlo online.

I dati parlano chiaro: per non perdere opportunità di business i brand devono presidiare web e mobile. Non solo negli Stati Uniti, ma anche in Italia, dove secondo i dati recentemente diffusi da Canalys, la penetrazione di smartphone e tablet (rispettivamente 24 e 3 milioni) impone di monitorare e presidiare settori come quello dei video e dei motori di ricerca, la cui fruizione è particolarmente viva da cellulare.